Antiossidanti contro l’invecchiamento della pelle

rugheL'Osservatorio AIIPA (Associazione Italiana Industrie prodotti Alimentari - Area Integratori Alimentari) segnala che secondo uno studio pubblicato sull'International Journal of Cosmetic Science l'assunzione giornaliera di una combinazione di minerali e antiossidanti ha un ruolo positivo nel processo di invecchiamento dell'epidermide. Lo studio ha coinvolto 60 donne per 12 settimane, randomizzate ad assumere, una volta al giorno, un integratore a base di antiossidanti tra cui la vitamina E, lo zinco e selenio, il coenzima Q10 e glicosaminoglicani oppure un placebo. Dopo le 12 settimane nel gruppo a cui era stato somministrato l'integratore, si riscontrava una significativa diminuzione della ruvidità della pelle e delle piccole rughe, mentre nel gruppo placebo non c'era stata alcuna variazione. Secondo i ricercatori, all'inizio del trattamento, la profondità delle rughe e la ruvidità della pelle erano simili in entrambi i gruppi, ma alla fine delle 4 settimane le differenze erano evidenti. I ricercatori ipotizzano un ruolo positivo del coenzima Q10 nel contrastare il danno ossidativo, la degenerazione del DNA e la distruzione delle fibre di collagene. Anche la vitamina E avrebbe aiutato a ridurre il degrado del collagene, mentre lo zinco e il selenio avrebbero supportato l'enzima antiossidante delle stesse cellule. Infine, i livelli di glicosaminoglicani, molecole di grande importanza biologica in quanto trattengono l'acqua nei tessuti, ma che tendono a diminuire con l'età, venivano ripristinati con l'assunzione orale, aiutando così a migliorare l'aspetto della pelle.
International Journal of Cosmetic Science

I commenti sono chiusi